Numero 11 dell’ottobre 2012

È difficile entrare in carcere come volontari e stabilire rapporti costruttivi con i detenuti se si hanno alle spalle istituzioni deboli, sempre più minate dagli scandali della Pubblica Amministrazione e dall’incapacità di affrontare i problemi della detenzione.

leggi la pagina 1

Una pena utile: l’intervento di detenuti volontari nell’opera di ricostruzione delle zone sconvolte dal terremoto nella Bassa modenese

Leggi la pagina 2

Una pena inutile: l’inattività degli “internati” nella Casa di reclusione di Castelfranco Emilia

Leggi la pagina 3

Alcune voci “da dentro”

Leggi la pagina 4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *